Una volta c’era Mario Segni

Una volta faccende come quella di Formigoni e della Polverini succedevano a Mario Segni, e tu capivi. Capivi che la raccolta delle firme e la presentazione delle liste non erano una questione astratta e di mero principio. Erano un test preliminare. Se un candidato non era in grado di provvedere a questi semplici adempimenti non era il caso che amministrasse non dico una regione, ma nemmeno un condominio. Altro che democrazia in ostaggio della burocrazia.
O lo sai fare, il tuo lavoro, oppure no.
Renata, Roberto, voi si è capito che no.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in splinder. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...