Futile the winds to a heart in port

«Sì è vero, il rapporto con Berlusconi è sempre stato buono. Lui sa rendersi simpatico. E io sono sempre impressionato dalla sua vitalità. Per questo mi sono molto amareggiato quando ha creduto, o ha finto di credere, che avessi fatto le schede elettorali apposta per danneggiare lui e, oltretutto, pure il Pd. Come sempre, quando il capo identifica un bersaglio i sottopancia eccedono in zelo: di me hanno detto che andavo cacciato subito dal Viminale perché preparavo i brogli. Il giorno dopo le elezioni chiamai Gianni Letta. E gli feci osservare che la scheda era stata giudicata dagli elettori come la più chiara da molto tempo».
Giuliano Amato
Corriere.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in splinder. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Futile the winds to a heart in port

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...